Incentivi POR-FESR Lazio
Pubblicato il / da Rimas 3D Solutions / in Incentivi, Novità

Incentivi innovazione digitale regione Lazio

Grande opportunità per piccole e medie imprese e professionisti del Lazio: il POR FESR Lazio 2014 – 2020 prevede forti incentivi (fino al 40% ) per l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT. Vediamo in dettaglio di cosa si tratta.

 

Obiettivo

Lo scopo della misura è promuovere l’introduzione di tecnologie digitali e di soluzioni ICT, volte alla trasformazione aziendale di processo e di prodotto. Ciò al fine di rafforzare la competitività del sistema produttivo, in coerenza con quanto professato  dal’ “Agenda Digitale Europea”, dalla “Strategia Nazionale per la Crescita Digitale”, dall’ “Agenda Digitale Lazio” e con le priorità della “Smart Specialization Strategy (S3)”.

 

Beneficiari

I destinatari degli Aiuti sono le MPMI, inclusi i Liberi Professionisti, con Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio, sia in forma singola che aggregata.

 

A quanto ammonta il contributo?

L’Aiuto è concesso in regime De Minimis, sotto forma di contributo a fondo perduto nella misura del 40% dell’importo complessivo del Progetto ammesso.

Nel caso in cui la MPMI opti per il contributo in RGE, tale regime sarà applicato a tutte le Spese Ammissibili da rendicontare; la quota di contributo sui Costi a forfait (del personale e indiretti) potrà comunque essere concessa esclusivamente in regime De Minimis, con intensità di Aiuto del 40%.

 

Natura della Spesa Ammissibile Intensità di Aiuto % Articolo RGE di riferimento
Investimenti materiali e immateriali

20% Micro e Piccole Imprese

10% Medie Imprese

17

Acquisto di servizi e consulenze 50%

18

Il contributo dovrà comunque rispettare, se del caso riducendo l’intensità di Aiuto concedibile:

  • l’ammontare massimo di 200.000 euro per ciascuna MPMI, anche in caso di Progetti presentati e realizzati da più MPMI mediante un’Aggregazione Temporanea;
  • il massimale per singola Impresa Unica previsto dal regime De Minimis;
  • il divieto di cumulo con altri Aiuti concessi sulle stesse spese, ove tale cumulo comporti il superamento dell’intensità di aiuto;
  • eventuali vincoli previsti dalla normativa relativa ad altre forme di sostegno ottenute sulle medesime spese.

 

Quali beni godono degli incentivi?

Possono beneficiare degli incentivi quei progetti che perseguono innovazioni nei processi produttivi, logistici, organizzativi e commerciali tramite l’introduzione di soluzioni tecnologiche o sistemi digitali, come ad esempio:

  • stampa 3D;
  • sistemi di scansione 3D;
  • digital marketing: soluzioni di digital marketing; e-commerce; punto vendita digitale; prenotazione e pagamento;
  • sistemi Self scanning e Self checkout;
  • internet of things;
  • logistica digitale; amministrazione digitale; sicurezza digitale;
  • sistemi integrati ed altre soluzioni e sistemi basati su tecnologie coerenti con i paradigmi di Industria 4.0.
Requisiti e costi ammissibili

Tutti i Progetti devono:

  • essere realizzati a beneficio di una attività imprenditoriale svolta dalla MPMI in una o più Sedi Operative localizzate nel territorio del Lazio;
  • essere realizzati da MPMI (medie e piccole-medie imprese), inclusi i Liberi Professionisti, in forma singola o tramite Aggregazioni Temporanee, composte al massimo da 6 MPMI;
  • prevedere Costi Ammissibili (inclusi i Costi a forfait) non inferiori a:
    • 50.000 euro nel caso di Progetti presentati da una MPMI in forma singola;
    • 50.000 euro, con un importo minimo di 20.000 euro per singola MPMI, nel caso di Progetti da realizzare mediante una Aggregazione Temporanea.
  • non risultare completati alla data della presentazione della Domanda via PEC (fa fede la data dell’ultima fattura), fermo il rispetto dei limiti previsti per l’ammissibilità delle spese;
  • non riguardare attività imprenditoriali che sono state rilocalizzate al di fuori dell’area interessata da un programma operativo cofinanziato dai Fondi SIE dopo aver ottenuto un sostegno da tale programma.
  • non riguardare, ovviamente, attività imprenditoriali che rientrino nei Settori Esclusi.
Modalità di erogazione

Il contributo sarà erogato secondo le modalità di seguito indicate:

  • una prima quota facoltativa a titolo di anticipo, nella misura minima del 20% e massima del 40%, presentando entro 60 giorni dalla sottoscrizione dell’Atto di Impegno la relativa Fideiussione.
  • a saldo, a fronte della rendicontazione delle Spese Effettivamente Sostenute mediante il sistema GeCoWEB, i, in conformità alle indicazioni contenute nelle “linee guida per la rendicontazione” disponibili nella pagina dedicata all’Avviso dei siti www.lazioinnova.it e www.lazioeuropa.it.

 

Presentazione delle domande

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente via PEC, dalle ore 12:00 del 4 marzo 2020 e fino alle ore 18:00 del 21 aprile 2020 successivamente alla finalizzazione del Formulario GeCoWEB, utilizzando la modulistica in parte prodotta automaticamente da GeCoWEB stesso dalle ore 12:00 del 5 febbraio 2020 e fino alle ore 12:00 del 21 aprile 2020.

Per l’accesso al sistema GeCoWEB è necessaria la preventiva registrazione al portale www.impresainungiorno.gov.it e relativa autenticazione per l’accesso ai servizi on-line ivi forniti.

 

Affidati a Rimas Engineering!

Questa è l’occasione giusta per investire con forza nell’innovazione dei processi di produzione e Rimas può essere il partner giusto da avere al proprio fianco. Siamo competenti nei principali settori della produzione industriale, manufatturiera e medicale, e possiamo fornire le migliori tecnologie applicabili a questi settori: software di progettazione, stampanti 3D, scanner 3D, sistemi di marcatura e taglio laser.

Soprattutto, possiamo fornire assistenza anche burocratica per la gestione dell’intera pratica.

Con Rimas meno pensieri, più soluzioni:

Tags:
preloader